Marmellata di fragole e rabarbaro

Come iniziare bene la settimana se non con una bella marmellata??? Il bello di fare le marmellate in casa è unire i frutti a proprio piacimento e unire anche spezie di diverso tipo. Come prima marmellata da pubblicare ho pensato a qualcosa di semplice ma molto gustoso…una marmellata di fragole e rabarbaro…da spalmare sul pane per ottime colazioni o da usare per preparare ottimi biscotti o crostate, anzi ho già pensato a un biscotto un pò particolare che spero di riuscire a cucinare e proporvelo presto…

marmellata di fragole e rabarbaroSecondo la terminologia attuale le marmellate sono quelle di agrumi e zucchero, mentre per gli altri frutti si dovrebbe usare la parola confettura…ma fin da piccola ho sempre parlato di marmellate…quindi… Diventerebbe una composta se la frutta superasse il 65% degli ingredienti. A quanto pare la parola marmellata deriva dal portoghese marmelo “mela cotogna” (dal greco μελίμηλον “melimelon – mela di miele”). Ci sono diverse leggende, ma pare che gli antichi greci cuocessero le mele cotogne per sviluppare gli zuccheri contenuti e conservare a lungo, perché il miele era troppo caro da utilizzare comunemente.

marmellata rabarbaro e fragole

Tornando alla marmellata che ho cucinato per il compleanno di una cara amica, vi devo dire che non è molto dolce, perché le preferisco meno zuccherine, e ha un leggero retrogusto limonoso che mi piace molto. Un pò come la torta di fragole e rabarbaro che trovate qui. Spalmata sul pane rende la colazione molto gioiosa 🙂

pane e marmellata

 

Tempo di preparazione 15 minuti + 60 minuti di cottura

Dosi: per 600g di marmellata

Ingredienti:

  • 350g di fragole
  • 450g di rabarbaro
  • 400g di zucchero
  • buccia grattugiata di 1 limone

Preparazione:

  1. Per prima cosa mettete i vasetti a bollire. Lasciate bollire per 10 minuti e poi lasciateli in acqua bollente fino a quando metterete la marmellata.
  2. Lavate, pulite e tagliate a pezzetti le fregole e il rabarbaro. Se non avete mai pulito il rabarbaro potete fare come con un sedano. Dovete tagliare le parti delle foglie e poi togliere i filamenti e la pellicina superficiale. Proprio come il sedano.
  3. Mescolate in una pentola capiente la frutta e lo zucchero.
  4. Cuocete a fuoco basso per circa 60 minuti. Potete fare la prova del piattino per capire se è pronta. Mettete qualche ora prima un piattino in freezer, quando pensate che la marmellata sia cotta, prendetene una piccola quantità con il cucchiaino e versatela sul piattino freddo. Se non scivola inclinandolo, la marmellata è pronta.
  5. Togliete un barattolo alla volta dall’acqua bollente, riempite con la marmellata fino a 1 cm dal bordo, chiudete bene il tappo (il tappo va sempre cambiato) e ruotatela in modo che il barattolo sia capovolto e lasciatela raffreddare così rovesciata. In questo modo creeremo il sottovuoto e la marmellata potrà durare un anno. Ci sono altri modi per sterilizzare i vasetti. Vedremo più avanti gli altri ;-)!
  6. Gustatela nel modo che più vi piace!!! Buon Appetito!!

fragole e rabarbaro

 

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...